Questo post si rivolge prevalentemente a quelle persone che al momento, potendo contare su una buona liquidità messa da parte, si guardano intorno alla ricerca di investimenti efficaci con cui mettere a frutto tale liquidità.

Ebbene il primo consiglio che ci sentiamo di dare a queste persone è quello di provare a guardare al di fuori del panorama italiano. Un panorama che, seppur ci può sembrare famigliare è comunque troppo spesso bloccato da mali endemici come la burocrazia, l’eccessiva pressione fiscale ed il clientelismo, sovente presente anche nelle relazioni commerciali tra privati che invece dovrebbero essere regolate solo dalle leggi del libero mercato.

Un mercato che, per nostra conoscenza diretta visto che lo “viviamo” tutti giorni da vicino è quello della Bulgaria. Un mercato che, dal momento in cui questo Paese è entrato in Europa, è in continuo fermento anche grazie ad una politica di supporto alle imprese e di bassa fiscalizzazione.

Investire in Bulgaria: sì ma come e dove? Sulla base delle proiezioni macro economiche del Paese sono questi i tre settori su cui vi consiglieremmo di investire: forniture elettriche, import export del made in Italy e turismo.

Vi forniremo di seguito i dettagli che provano a spiegare i nostri suggerimenti e i primi passi da muovere per mettere in pratica tali investimenti.

  • Le forniture elettriche. Le parole chiave per capire il senso e il motivo del nostro primo suggerimento sono le seguenti: “Strategia Energetica Nazionale”. Di cosa si tratta? Si tratta di un grande piano nazionale che è già in corso ma che vedrà i suoi effetti soprattutto negli anni a venire e che serve a dotare la Bulgaria di una rete di approvvigionamento energetico nazionale all’avanguardia, in grado di soppiantare le vecchie strutture, per lo più costruite durante gli anni della Guerra Fredda, basate su tecnologie obsolete, costose ed inquinanti. In questa chiave, inutile nasconderlo, stanno facendo affari d’oro in questo Paese tutte quelle aziende che si occupano non solo di consulenza per l’industria energetica ma anche di supporto commerciale attraverso la fornitura di macchinari, strumentazione, cavetteria ed altre tipologie di prodotti utilizzati in questo comparto industriale. È interessante inoltre notare, in quest’ottica, che la Bulgaria (lo ricordiamo) fa parte del mercato comune europeo. È quindi possibile importare tali prodotti direttamente dall’Italia senza dover sostenere i costi dei dazi doganali o dell’iva di importazione.
  • Il secondo settore su cui vi suggeriamo di investire è quello relativo al grande universo del Made in Italy. Non diciamo nulla di nuovo affermando che tutto ciò che è italiano ed è fatto con qualità e stile, all’estero trova mercato ed apprezzamento. Ciò avviene anche in Stati con una economia emergente come la Bulgaria dove la media borghesia ora inizia ad apprezzare il lusso e la bella vita. Due “prodotti” tipici dell’economia italiana. Cosa vendere di italiano in Bulgaria? Abbigliamento ed alimentare con focus, per quanto riguarda il cibo, su olio, vino e specialità locali.
  • Arriviamo quindi al terzo ed ultimo settore su cui vi consigliamo di investire in Bulgaria: il tursimo. E’ la grande promessa dell’economia bulgara. Un turismo a 360 gradi che parte di inverno nelle località sciistiche di Bansko e di Vitosha – Sofia, e che prosegue d’estate lungo le coste in posti come Varna e Sunny Beach. Come investire? Per investimenti medio-grandi si può pensare di rilevare intere strutture alberghiere in loco o, con investimenti decisamente più contenuti, si possono acquistare appartamenti nelle zone turistiche facendoli fruttare tramite affitti stagionali o annuali. Facciamo presente che in quest’ultimo caso è possibile investire anche somme molto contenute: a Varna, ad esempio, è possibile acquistare un appartamento con 2 camere da letto con 70 mila euro.

Se siete intenzionati a investire in una delle aree da noi suggerite, o in altre aree di vostro interesse non vi resta che muovere i primi passi verso il vostro investimento. Come? Trovando innanzitutto dei partner locali che possano aiutarvi nella preparazione, implementazione e messa a frutto del vostro investimento.

Noi di VR and Partners abbiamo al nostro interno un team di esperti con legali, immobiliaristi e consulenti aziendali che possono seguirvi in tutte le fasi; dalla scelta dell’ambito più adatto al vostro profilo di investitore agli aspetti burocratici fino anche alla ricerca degli immobili necessari all’investimento selezionato.

Con noi potrete muovere i vostri primi passi in sicurezza, con la serenità di chi sa di poter contare su un gruppo di esperti “in loco” (aspetto fondamentale quest’ultimo) che li possa guidare passo passo evitando così gli errori tipici degli investitori alle prime armi e, in generale, di chi vuole investire in Bulgaria ma non conosce il contesto locale.

it_IT