Nei post precedenti abbiamo avuto modo di far presente come la Bulgaria si un Paese in grande fermento economico. Da una parte ci sono gli interni, i Bulgari, che dopo decenni di comunismo e dopo essere entrati nel 2007 nell’Unione Europea ora vedono all’orizzonte un po’ di benessere e si muovo in questa direzione aprendo nuove imprese ed attività commerciali.

E ci sono poi gli investitori stranieri invogliati ad investire in nuove attività in Bulgaria attirati da una tassazione favorevole al 10%, la più bassa in Europa.

E come sempre avviene quando il mercato dei beni mobili (agricoltura, industria e servizi) cresce, di lì a breve inizia a crescere anche quello degli immobili (case, negozi, magazzini etc) che servono ad ospitare operai, impiegati etc.

Non è quindi un caso che in Bulgaria il mercato immobiliare già dal 2011, e quindi da 10 anni, cresca a una velocità media del 5% annuo. Banalmente questo si può tradurre nel fatto che un appartamento acquistato nel 2021 a 100 mila euro a fine 2022 varrà molto probabilmente 105 mila euro.

Ecco quindi che il mattone in Bulgaria può essere un’ottima opportunità di investimento.

Come? Ci sono due modi principali per farlo.

  • Il primo modo è quello di investire in Bulgaria rimanendo in Italia. Come? Lo si può fare acquistando immobili in Bulgaria mantenendo la propria cittadinanza e residenza italiana.
  • Il secondo modo, più radicale ma anche più efficace, è quello di spostare la propria residenza in Bulgaria diventando cittadini bulgari a tutti gli effetti.

I due approcci elencati prevedono delle modalità e dei vantaggi comuni e alcuni elementi invece fortemente differenti che ora andremo a sviscerare.

In comune ci sono le modalità di investimento che, in base all’esperienza della nostra agenzia (che ricordiamo essere a Sofia), si possono attuare e riguardano il “su cosa investire?”. Su cosa?

In primis sugli immobili commerciali e industriali: come abbiamo detto la Bulgaria è al centro dell’interesse di molti investitori europei; servono quindi capannoni industriali, magazzini, centri di lavorazione e stoccaggio della merce che è possibile acquistare ed affittare.

In secondo luogo è possibile investire sul mercato degli affitti: i margini nominali non sono quelli di Milano e Roma ma i prezzi di acquisto degli appartamenti (con 200 mila euro se ne acquista uno in pieno centro a Sofia) permettono l’ingresso a tutti in questo mondo, non solo a chi ha disposizione bassi capitali. Questo significa guadagnare ogni anno percentuali molto interessanti ( tra il 5 ed il 10%) rispetto al prezzo di vendita grazie agli affitti.

In terzo luogo si può lavorare di compravendita. Si compra ad X e si rivende and X+Y; questa è decisamente la modalità con più veloci realizzi ma anche più bassi.

Se la risposta alla domanda  “su cosa investire?” è praticamente identica sia per chi investe rimanendo in Italia sia per chi invece decide di trasferirsi in Bulgaria, diverso è il discorso sugli utili finali.

Sì perché è chiaro che chi decide di investire in Bulgaria mantenendo la cittadinanza italiana sarà soggetto all’imposta fiscale progressiva dello Stato italiano e vedrà quindi andrà via metà di quanto guadagnato. E’ un’ipotesi da valutare ma non la migliore sicuramente.

Se invece si decide di spostare la propria attività economica in Bulgaria diventando cittadini bulgari a tutti gli effetti, anche quelli fiscali, il discorso cambia: da cittadini bulgari infatti si sarà soggetti unicamente ad una aliquota fiscale ultra favorevole al 10%, sia che lo facciate da privati sia che lo facciate come impresa. Solo il 10%.

Tutto molto bello si dirà; ma come iniziare? Ebbene il nostro primo consiglio è di evitare come la peste il fai da te. Non vi basteranno infatti centinaia di ricerche su Google a rispondere a domande basiche come:

  • In che città investo?
  • Compravendita o affitto?

Affidatevi piuttosto ad agenzie specializzate come VR and Partners. Coi nostri servizi potremo infatti supportarvi sia nel caso in cui decidiate di prendere la residenza in Bulgaria per godere dei vantaggi fiscali di cui sopra, sia se vorrete costituire qui una vostra impresa, sia se deciderete di investire qui.

In tutte le fasi verrete seguiti da consulenti bulgari e italiani che, con conoscenza dell’ambiente, sapranno indicarvi le strategie migliori per il vostro business e per alleggerire il vostro carico fiscale.

Come si inizia? Si inizia da una telefonata, senza impegno, con uno dei nostri consulenti. Iniziate così a porre il primo mattone del vostro nuovo investimento in Bulgaria.

it_IT