Se vivete in Italia vi sarà capitato molto spesso di vedere girare per le strade delle vostre città delle auto, specialmente dei SUV o comunque mezzi di grossa cilindrata, con targa bulgara, riconoscibile dalla tipica dicitura “BG” impressa insieme agli altri caratteri alfanumerici.

Quello della presenza delle auto a targa bulgara è un fenomeno in crescente ascesa nel nostro Paese così come lo sono, di contraltare, le notizie che parlano di provvedimenti presi dalle Forze dell’Ordine contro cittadini italiani accusati di Frode ai danni dello Stato proprio perché, mediante un utilizzo illegale della targatura bulgara, hanno aggirato in maniera illegale le leggi fiscali italiane.

A questo punto il dubbio è lecito: esiste un modo per targare un’auto in Bulgaria senza però correre alcun rischio con il fisco e più in generale (la frode è un reato penale) con la giustizia italiana? La risposta è sì, è assolutamente possibile farlo ed anzi, a dirla tutta, proprio noi di VR and Partners ci occupiamo spesso di questo tipo di esigenze.

Ma andiamo con ordine e lo facciamo rispondendo a quelle che, nella nostra esperienza, sono le domande di chi si trova per la prima volta nell’esigenza o comunque nella volontà di targare un’auto propria o aziendale in Bulgaria.

Un’auto targata in Bulgaria può circolare in Italia?

La risposta a questa prima domanda è sì, un’auto targata in Bulgaria può circolare liberamente in Italia perché, come abbiamo avuto modo di dire più volte su questo blog, la Bulgaria ormai da quasi 15 anni è uno Stato UE a tutti gli effetti e quindi usufruisce della libera circolazione delle persone e delle merci interna ai confini della stessa UE. L’unica condizione affinché un’auto targata in Bulgaria possa circolare in Italia è che sia provvista di una assicurazione RCA riconosciuta nel nostro Paese.

Chi può immatricolare auto in Bulgaria?

Qui arriviamo un po’ più al succo del discorso perché iniziamo a parlare più dal di dentro di burocrazia. Ebbene secondo le attuali determinazioni un’auto può essere immatricolata in Bulgaria da cittadini con residenza bulgara o da aziende con sede legale in Bulgaria. Si tratta di due “ostacoli” facilmente aggirabili e noi di VR and Partners abbiamo la capacità di supportarvi per entrambe le tipologie di operazioni ovvero, sia per la richiesta di cittadinanza bulgara sia per la creazione o per la migrazione del vostro business in questa nazione.

Ci sono dei limiti alla circolazione in Italia di auto targate bulgare appartenenti a cittadini italiani?

Qui è bene essere chiari. Se siete cittadini italiani potete utilizzare un’auto targata in Bulgaria sul territorio italiano per un massimo di 12 mesi, superati i quali siete costretti a richiedere l’immatricolazione italiana.  Se siete residenti in Bulgaria ma nati in Italia non ci sono limiti alla vostra permanenza nel Bel Paese con auto targata bulgara, salvo il rispetto dei requisiti per il mantenimento della cittadinanza bulgara di cui vi abbiamo parlato in questo post.

Anche se l’auto è stata presa a noleggio da una azienda bulgara è possibile circolare liberamente in Italia ma, in caso di controlli, potrebbe esservi richiesta della documentazione che attesti i motivi della vostra permanenza in Italia. In altre parole non è possibile prendere a noleggio un’auto in Bulgaria ed utilizzarla in Italia se comunque la residenza ce l’avete sempre in Italia. Incorrereste nel reato di esterovestizione che porta al sequestro immediato del mezzo oltre a salate multe.

Quali sono i vantaggi di un auto in Bulgaria?

I vantaggi della targatura bulgara sono tutti economici. Il costo del bollo in Bulgaria è meno di un terzo, a parità di potenza del veicolo, di quello che paghereste in Italia, mediamente non supera i 100 euro annui. Per l’assicurazione va ancora meglio perché qui i costi sono addirittura un quarto di quelli che dovreste sostenere in Italia per la stessa automobile. Vale la pena rimarcare qui un concetto importante che ci lega poi al prossimo punto: attenzione perché non tutte le assicurazioni bulgare sono riconosciute in Italia!

Infine c’è il controverso aspetto delle multe. Cosa succede se viene comminata una multa ad un’auto con targatura bulgara circolante in Italia ed intestata ad un cittadino con residenza in Bulgaria? Sappiamo che per lo Stato italiano è praticamente impossibile, se non attraverso lunghe e costose procedure, riscuotere una multa da un cittadino con residenza bulgara (a prescindere dal fatto che sia realmente nato in Bulgaria o altrove) o da una azienda bulgara. Questo fa sì che le auto targate bulgare siano soggette ad una sostanziale immunità quando circolano in Italia. Il tema è controverso, lo riconosciamo, ma al momento, secondo quelli che sono gli accordi internazionali, la situazione è sostanzialmente questa.

A chi rivolgersi per immatricolare un auto in Bulgaria

Il nostro consiglio, se avete intenzione di targare un’auto in Bulgaria, è di evitare assolutamente il fai da te perché questo approccio,  per nostra esperienza, vi porta dritti dritti ai problemi legali/fiscali di cui abbiamo parlato nei precedenti paragrafi di questo post

Meglio affidarsi all’esperienza ed alla serietà di una agenzia presente in Bulgaria come VR and Partners per:

  • Avere del personale madre lingua bulgara che vi disbrighi velocemente tutte le pratiche per l’immatricolazione del mezzo presso gli uffici locali senza dovervi sobbarcare l’esigenza di un viaggio ad hoc a Sofia solo per questo
  • Avere una consulenza legale che faccia in modo che tutta la procedura di targatura sia fatta nel pieno rispetto delle leggi bulgare e italiane, fiscali e penali
  • Avere consulenza nella scelta dell’assicurazione auto
  • Avere consulenza riguardo all’eventuale necessità di spostare in Bulgaria la propria residenza o la sede legale della propria azienda
it_IT